Ma tu… mi vuoi bene?

Ma tu… mi vuoi bene?

Presentato al Marchè Du Film della 75ª Edizione del Festival di Cannes 2022

Regia: Piermaria Cecchini
Sceneggiatura: Marco Tregioli e Graziella Terrei
Musiche: M° Claudio Luongo e Matteo Cazzato
Cast: Piermaria Cecchini, Paolo Bernardini, Tommaso Arnaldi, Erica Zambelli , Roberta Barbiero, Luciano Giuliano, Gaetano Gennai, Dafne Barbieri


Primo ciack: febbraio 2020 a Presicce (Le), le riprese si sono interrotte per l’emergenza COVID-19 riprendendo a luglio 2021.
L’uscita nelle sale è programmata per fine settembre 2022

Sinossi:

Lorenzo, un giovane poco più che quarantenne, si ritrova di fronte al feretro della madre, morta all’improvviso, a riflettere sulla vita, quella propria e quella di chiunque altro sia coinvolto improvvisamente, senza sapere come, in un problema, un problema vero, di quelli per i quali una soluzione non esiste («Non ce ne rendiamo conto, forse, ma per tutto ciò che non è “problema”, esiste sempre una soluzione»).

“Ma tu, mi vuoi bene?”: quella frase, pronunciata da sua madre poco prima di salutarlo per l’ultima volta, gli torna in mente di continuo.

Da quel momento comincia una sorta di viaggio introspettivo, cercando di dare risposta ai mille dubbi su sé stesso, sulla sua capacità di amare e di dimostrarlo agli altri.

Scavando nei ricordi e nelle stanze del suo passato, cerca una via, una strada per comprendere ciò che fino a quel momento non aveva mai scalfito e scosso nell’intimità il suo animo fiero.

Il ritrovamento di un vecchio diario, specchio del suo decennale relazionarsi con l’universo femminile, la musica e le colonne sonore della sua vita, i ricordi, diventano i suoi compagni di viaggio. Guardarsi dentro è per lui come aprire un antico e intarsiato baule di legno pregiato, per tanto tempo chiuso in una polverosa e buia cantina, dal quale fuoriesce in maniera preponderante, un’intera vita con le sue pieghe e i fastidiosi chiaroscuri.

Ed è da questo istante che, attraverso continui flashback alternati a temporanei ritorni al presente, che il protagonista ripercorre alcuni momenti salienti della sua vita sentimentale, un viaggio nei ricordi, dalla sua “ prima volta ” alla  prima vera riflessione

sull’amore, dal suo incontro con la bellezza alle considerazioni sull’indecifrabile universo del sesso.

Lorenzo incontra e si scontra con sé stesso alternando diversi stati d’animo, tra sorrisi, momenti di sconforto, pianto disperato, rabbia, turbamento, egoismo e passione, cercando di ricomporre le tessere dell’ingarbugliato mosaico della sua vita.

Passando  per  una sapiente, ed  inusuale per un uomo,  analisi  della  psicologia e  del comportamento dell’animo femminile, Lorenzo proverà a capire il suo presente, e sarà un viaggio nel suo paese di origine a divenire la cornice di un incontro atteso e tanto desiderato, l’ultimo tassello di quel faticoso cammino alla scoperta di sé stesso, l’elemento che darà completezza a quel travaglio interiore che lo condurrà per mano alla scoperta di un IO che non aveva fino allora conosciuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.